14 giugno 2009

OMAGGIO AL POETA DIEGO VALERI



Diego Valeri nacque a Piove di Sacco, provincia di Padova, il 25 gennaio 1897 e morì a Roma il 27 novembre 1976.

È stato saggista e soprattutto un delicato e musicale poeta che ha rifiutato qualsiasi tipo di collocazione all’interno delle correnti letterarie del suo tempo.

In questa breve ma importante lirica del novecento italiano che vi propongo, egli ritrae con lievi tocchi il pàlpito segreto di una natura che si addormenta. Qualcosa sta per morire: lo sente la foglia, ormai senza più colore sul ramo nudo; lo sa la nuvola leggera che vela l’azzurro del cielo; ne parla il vento che si muove appena come acqua che scorra lenta verso la foce.


SENTIMENTO DELL’AUTUNNO


Labile autunno: la foglia sospesa

al ramo nudo, mortalmente pallida;

la nuvola distesa,

bianca sopra l’azzurro; i fiori gialli…

Appena mosso, il vento è come voce

d’acqua che lenta vada alla perduta

sua foce.

Labile autunno: la foglia è caduta.

4 commenti:

  1. Con tutta la certezza è un bellissimo poema! Il fin...

    Grazie per presentarla!!

    Saluti...

    Rafael

    RispondiElimina
  2. Grazie, Rafael, per le tue visite al mio sito e per l'apprezzamento. Come vedi, la Poesia attraversa l'oceano...
    Di nuovo grazie. Ciao
    Antonio

    RispondiElimina
  3. Da vero, Antonio!! La poesia attraversò l'oceano...mi piaciò queste parole!

    Ritornarò qui in tuo sito!!

    Ciao!!!

    RispondiElimina

Se vuoi esprimere un tuo commento, lascia un messaggio possibilmente non anonimo. Grazie.

Google+ Badge