24 marzo 2010

UNA POESIA DI ANGIOLETTA FACCINI: INCONSAPEVOLE INCONSISTENZA

“Ho cercato nel mio archivio e ho scelto questa poesia…”,
così mi scrive la poetessa Angioletta Faccini.

È per me una poesia che incanta, fa pensare, dà emozioni forti e sublimi... (Antonio Ragone)


Inconsapevole inconsistenza


L’inconsapevole inconsistenza
mi fu assai d’appresso come soave  coltre
che gli Dei  mi diedero in dono
         dall’istante in cui  piccina e fragile vidi la luce
e la connivenza di 
inebrianti venti discesi dai monti
permearono il mio essere
a fluttuare  intorno al tempo dentro il tempo

Quest'istante colla memoria
vago lungo  viale del trascorso
da tempo l’ho compreso forse
d’aver assai camminato sul sentiero incorporeo.



 24 giugno 2004

Angioletta Faccini

2 commenti:

  1. Le poesie che leggo su questo blog (anche le mie), chissà come mai mi paiono più belle!

    Di sicuro, Antonio possiede il dono della "magia"!....

    RispondiElimina
  2. Grazie, Angioletta!
    È la Poesia che possiede un sé qualcosa di sublime e magico…

    RispondiElimina

Se vuoi esprimere un tuo commento, lascia un messaggio possibilmente non anonimo. Grazie.

Google+ Badge