18 aprile 2010

ANGIOLETTA FACCINI: ... L'ARTE.


Desidero proporvi questa mia nuova e fresca di stamattina. Da qualche giorno “bollivano” nel mio animo queste righe.
Certo sono riferite alle varie vicissitudini di altri  artisti del passato; pittori che ho avuto l’immenso piacere di conoscere, l’amica pianista… l’amico pittore e poeta che non mostrava nulla delle sue opere, ma mi regalava poesie di Prevêrt… e perennemente in crisi come del resto lo ero io e afflitti da malinconie (sedicenni). Credo che ancora oggi sia così la vita di un artista, abbiamo la recente Alda Merini. (Angioletta Faccini)







… L’Arte


Ci tormentiamo
nelle pene più svariate
la sofferenza vissuta da sempre

      La particolarità in omaggio
      in cambio di malinconie profonde?
      in cambio d’inquietudini?

anche al pittore
anche al musicista tocca la sorte di noi poeti?

quest’arte sublime  che gli Dei
ci ha dato in dono
perché mai ci porta tanto dolore?

E non conta il grado di bravura
non conta il modo d’espressione
solo la maturazione nel tempo
      ma è la nostra anima che compone versi in sintonia
      come fossero un “dettato” ispirato!

      possiamo piacere o non piacere

i nostri versi son come
note d’una tastiera di pianoforte
che vibrano all’unisono con
l’Universo, con gli Dei

I nostri versi son come
il paesaggio incantato
sulla tela che un pittore
ritrasse sotto l’influsso d’un magico momento!


18 aprile 2010

Angioletta Faccini

3 commenti:

  1. L'Artista è come l'albatro di Baudelaire, vola alto sui mari. Ma è costretto dalla vita a percorrere le vie del mondo.
    Ed è triste essere uccello e non poter volare!

    RispondiElimina
  2. La poetessa Angioletta Faccini descrive con maestrìa e dettagliatamente,in questa sua bella ed inquietante composizione, la triste condizione dell'artista,sia esso pittore che poeta,il quale non sempre riesce a far comprendere agli altri la sublimità della propria arte ,da lui molto sofferta.

    RispondiElimina
  3. Eh sì Antonio! hai detto bene!..... Grazie!

    Grazie anche ad Anna, per aver saputo vedere sotto le pieghe della tristezza di ogni artista!
    La poesia, la pittura e anche la musica, sono ....... la nostra anima, il nostro dialogo col Divino!.

    RispondiElimina

Se vuoi esprimere un tuo commento, lascia un messaggio possibilmente non anonimo. Grazie.

Google+ Badge