28 gennaio 2011

ANGIOLETTA FACCINI: USCIRE, ANDARE.






Uscire, andare

Uscire e andare
andare, andare dove i passi
seguono altri passi

Andar via e andare
lontano
dove non v’è memoria nel Tempo
dove non v’è memoria Testimone
di quest’Evo
di questa sofferenza
Andare lontano e fermarmi
ai piedi d’una quercia od una palma
far riposare le mie membra
e tenere fra le mani la memoria
scrutarla, osservarla e spogliarla
contemplarla e smascherarla  poi
fino alla sua essenza!

E vedere dunque il suo volto!
e far l'inchino ad essa

È follia?


22 gennaio 2011

Angioletta Faccini

Nessun commento:

Posta un commento

Se vuoi esprimere un tuo commento, lascia un messaggio possibilmente non anonimo. Grazie.

Google+ Badge