13 marzo 2011

COMPIUTA OSMOSI (Inedita).





COMPIUTA OSMOSI

Quando spaccai la melagrana
Dell’albero costiero di bambino
Nel palmo della mano
Contai tutti i miei grani della vita
 
Corsi alla distesa ruggente del mio mare
Ferendomi tra fichidindia ed agavi
A scrutare i miei sogni in lontananza
A quietare il mio cuore da secchezza
 
E nel maroso che s’infrangeva ai sassi
Ansimava d'orgoglio il mare
Compiuta osmosi nell’asperso ardore
Dell’acqua di libeccio sul mio viso
 
©  Antonio Ragone

16 commenti:

  1. Maria Pia Monicelli13 marzo 2011 10:04

    Che meraviglia!E' una delizia leggerti.Grazie..

    RispondiElimina
  2. Angela Natale13 marzo 2011 10:05

    a dir poco stupenda ....riesce a trasmettere in un sol fiato immagini, colori, odori e forti sensazioni....per chi ama il mare leggere questi versi significa immergersi repentinamente in tutte le emozioni che esso può dare sia quando ci si sta di fronte sia quando il ricordo diventa dolce nostalgia accompagnata dalla speranza di rivederlo.

    RispondiElimina
  3. Nunzia Zambardi13 marzo 2011 10:07

    contare i grani della vita nel colore rosso dell'amore...molto bella la poesia!Grazie...

    RispondiElimina
  4. caro Antonio, bellissima simbiosi tra l'anima e mare.Bellissime l'imagini di questa pregevole lirica. Ognuno di noi è un mistero, ma rimane in me questi poderosi versi:
    "Quando spaccai la melagrana
    Dell’albero costiero di bambino
    Nel palmo della mano
    Contai tutti i miei grani della vita"

    Grazie poeta! Complimenti! Un abbraccio d'anima, Ana

    RispondiElimina
  5. Mariaconcetta Lo Re13 marzo 2011 10:10

    Corro con te sulla battigia.
    Mi dai la mano?
    L'onda si ascolta, il suo sciabordio.
    L'onda si gusta, la salsedine intrigante.
    L'onda si tocca, lo schiaffo secco sulla mano.Ll'onda si annusa, il profumo della libertà
    ...Poi si cavalca.
    E' vita. E' vita con la mia.
    Tu m'incanti mio caro Antonio.

    RispondiElimina
  6. Annamaria Milazzo13 marzo 2011 10:13

    ‎...
    e tra le dita
    dolce liquido colava
    su fogli bianchi in divenire...

    ...Era già segnato, il tuo percorso! splendida!!!

    RispondiElimina
  7. Paolo Staglianò13 marzo 2011 10:14

    é una "Fuga", nei versi il passo, veloce come il vento, di una corsa che dall'infanzia porta lungo il sentiero alla radura, all'aperto del mare, e sento le gocce, che riesco a contare una ad una sul viso: la brezza, in questo ascendere sublime verso un luogo, dove finalmente riesco a respirare, è un circolo senza fine questa stupenda lirica, la quiete mi assale nell'osmosi, nel fluido passaggio attraverso la membrana del tempo , dello spazio ... mio caro amico, sento l'infrangersi dell'onda contro la pietra dura ... Grazie Poeta.

    RispondiElimina
  8. Vera Somerova13 marzo 2011 10:15

    Scriveva Federico Garcia Lorca nella sua Ode alla melagrana:
    ..."O melagrana aperta, tu sei
    una fiamma sopra l’albero,
    sorella carnale di Venere,
    riso dell’orto ventoso.
    ...Ti circondano le farfalle
    credendoti un sole fermo
    e per paura di bruciarsi
    ti sfuggono i vermi."...

    La tua poesia profuma di melagrana, un frutto fatato e misterioso, cantato e decantato sin dall'antichità... ma profuma anche di mare, di salsedine... di quei giorni ventosi nei quali tu ed il mare siete la stessa cosa... Bella, Antonio

    RispondiElimina
  9. Gianfranco Pampo13 marzo 2011 10:17

    Dolci ricordi che sfiorano la mente lasciando un sorriso nel cuore... grazie Antonio... bellissima

    RispondiElimina
  10. Elviana Bidasio13 marzo 2011 10:18

    io vivo in montagna ma adoro il mare come lo hai descritto tu grazie;
    non so perchè ma mi vengono alla mente i grani del rosario c'è un po' di sacralità in questi tuoi versi Antonio

    RispondiElimina
  11. Mi emozioni, sempre, grazie Antonio.

    RispondiElimina
  12. scusa l'intrusione... ma è molto bella, complimenti...!!

    RispondiElimina
  13. Riccardo Ebasta13 marzo 2011 10:22

    È stupenda, piena, si sentono i grani ad uno ad uno, come grani di vita... In questa vita!
    Un Abbraccio

    RispondiElimina
  14. Lirica che mi trasmette un senso di libertà. Sarà per il mare, per il vento, per le onde o per la corsa. Sei riuscito a trasportare con te il lettore dentro quei versi, tanto che possiamo vivere quell'emozioni.
    Complimenti e grazie. Un dolce abbraccio ♥

    RispondiElimina
  15. E' molto bella questa lirica nella quale viene espressa in maniera commovente la simbiosi che da sempre esiste tra il mare e l'animo del poeta in questione.
    Complimenti ad Antonio per essere riuscito,ancora una volta,nell'intento di rendere intensamente partecipe il lettore dei propri sentimenti e delle proprie emozioni !

    RispondiElimina
  16. bellissima...

    RispondiElimina

Se vuoi esprimere un tuo commento, lascia un messaggio possibilmente non anonimo. Grazie.

Google+ Badge