19 ottobre 2011

LORELEI, POESIA DI HEINRICH HEINE.

Lorelei, nella mitologia popolare germanica, è il nome d’una sirena del fiume Reno, che ammalia con il suo canto i marinai che passano di là e li fa morire. Affascinati dalla sua bellezza, essi non vedono gli scogli contro i quali fatalmente va ad infrangersi la nave, e le onde li travolgono.
Il paesaggio, sereno, che all’imbrunire si avvolge di luci misteriose e lascia illuminata dal sole soltanto la cima del monte, prepara l’apparizione fantastica della fanciulla bellissima e la circonda di un fascino misterioso e incantevole coi suoi lunghi capelli biondi, fermati da pettini d’oro, e coi gioielli che mandano bagliori nella luce del morente sole, con quel suo canto che il vento trascina lontano, dove chissà.
Il poeta si abbandona alla suggestione della leggenda popolare, metaforizzandola nella condizione dell’esistenza umana, pur con versi di leggerezza e con il ritmo d’una delicata fiaba.

LORELEI

Non so perché in fondo al cuore
così triste mi sento:
una fiaba d’antichi tempi
non vuole uscirmi di mente.

L’aria è fresca e s’imbruna;
placido il Reno scorre;
la cima del monte s’illumina
nel raggio del sole che muore.

Quasi un prodigio, una fanciulla
bellissima lassù siede:
lampeggiano aurei gioielli;
si pettina le chiome d’oro.

Con aureo pettine le avvolge,
modulando una sua canzone:
ricca di un fascino arcano,
violento, la melodia risuona.

Nell’esile nave il marinaio
selvaggia angoscia afferra:
più non vede gli aguzzi scogli,
proteso è il suo guardo nell’alto.

Ben so che l’onde alla fine
vascello e nocchiero ingoiano:
così del canto della Lorelei
il fascino arcano s’adempie.

Ben so che l’onde alla fine
vascello e nocchiero ingoiano:
così del canto della Lorelei
il fascino arcano s’adempie.

Heinrich Heine  (poeta tedesco 1797 – 1856)
(Traduzione di Natalino Sapegno)

6 commenti:

  1. Mariaconcetta Lo Re21 ottobre 2011 05:26

    Parole note accarezzano e trasportano. ♥

    RispondiElimina
  2. Eleonora Becelli21 ottobre 2011 05:27

    splendida poesia di Heine....grazie Antonio, sereno dì!

    RispondiElimina
  3. Suggestivo navigare in quella zona del Reno, di fronte a San Goar....fuori stagione ,meglio. Ci sono stata alcuni anni fa.

    RispondiElimina
  4. Molto affascinante e delicata è l'immagine della sirena che con la sua bellezza distrae e seduce i marinai fino a farli travolgere dalle onde del mare.
    Stupenda questa poesia che suscita nel lettore una grande commozione.

    RispondiElimina
  5. Io l'avrei messa così...
    La Loreley

    Di questa pena la ragione ignoro,
    che il cuore mio sempre di più ferisce.
    A un antico racconto m'addoloro
    che la mia mente ha preso ed intristisce.

    Già l'aria è fresca e già la sera è a fronte,
    il Reno scorre calmo, quietamente,
    il sole irraggia ancor da sopra il monte
    declinando ai confini d'occidente.

    Risplende la bellissima fanciulla
    e dalla vetta mostra il suo tesoro
    che più prezioso al mondo non v'è nulla,
    con grazia liscia i suoi capelli d'oro.

    Mentre il pettine i riccioli ravvia,
    ammaliatrice una canzon d'amore
    nella valle s'effonde e la malia
    rapisce a ognuno la ragione e il core.

    E scende al fiume, giù, la melodia
    e il barcaiol non sa che mal l'opprima,
    tra gli scogli si perde e sbaglia via
    ché gli occhi suoi son fisi sulla cima.

    Altro non so, ma solo che la morte
    al barcaiolo ormai s'è posta accanto.
    Di lui la la Loreley scrisse la sorte
    sull'onda cupa, col suo dolce canto.

    Tradotta: Lido Pacciardi

    RispondiElimina
  6. Luoghi dove il silenzio lascia spazio al lento incedere del Reno quasi in sospensione d'amore, in attesa di una voce che dall'alto della rupesende sin dentro l'anima. E intorno è roccia, verde, paesini affacciati sul grande fiume, case linde, quasi civettuole comari ad attendere il viaggiator cortese. Scendere da Coblenza sino alle Rocce di Lorelaey è un'esperienza che ho fatto e che bisogna fare........ Che il sogno vi accompagni.

    RispondiElimina

Se vuoi esprimere un tuo commento, lascia un messaggio possibilmente non anonimo. Grazie.

Google+ Badge