25 marzo 2012

IL FIORDO DI FURORE, PAESE DELLA COSTIERA AMALFILTANA.


Aggrappato alla roccia a strapiombo sul mare, il piccolo borgo di Furore porta un nome che non si addice alla sua quiete. Il suo nome è dovuto alla furia d’un torrente che per secoli ha scavato nella roccia, aprendovi un fiordo di straordinaria bellezza. Fin da tempi lontani, forse per questa incantevole caratteristica, intorno a Furore si sono andate divulgando, ingigantite dalla fantasia dei narratori, suggestive leggende e storielle. Ma in questo piccolo borgo costiero si vive lontano dalla confusione delle grandi città, qui il tempo è scandito solo dal rumore delle onde del mare.  

3 commenti:

  1. Osservando la foto che ritrae lo splendido paese di Furore e leggendo il tuo commento,Antonio,sono riaffiorati alla mia mente i ricordi del passato,di quando nel settembre del 1974 trascorsi il viaggio di nozze attraversando in automobile tutta la costiera amalfitana.
    In proposito,fui molto attratta da questo borgo tranquillo,il quale a distanza di tanti anni conserva intatto il proprio fascino.

    RispondiElimina
  2. Divino Furore, il borgo più bello e caratteristico della Costa d'Amalfi! Il Fiordo con i suoi "monazzeni", la passeggiata dell'Amore, le macerine a pietra, i pomodorini del piennolo( a proposito, se vi trovate da quelle parti non perdetevi i vermicelli al pesce fujuto che cucinano all'Hostaria di Bacco!Che invenzione!), i vini di Cuomo, la Madonnina...mi sono proprio innamorata di questo paesino!

    RispondiElimina
  3. Grazie per questa deliziosa descrizione di questo stupendo luogo della costiera amalfitana. Costa, mare, verde, si mangia bene e vino buono.
    Avrei piacere, sempre che lo voglia, di conoscere il suo nome, vista la comune passione per questa terra bellissima. Grazie per la visita e il commento.

    RispondiElimina

Se vuoi esprimere un tuo commento, lascia un messaggio possibilmente non anonimo. Grazie.

Google+ Badge