5 maggio 2013

AMLETO, PRINCIPE DI DANIMARCA.

Amleto, tragedia universalmente nota come uno degli esiti più alti dello straordinario talento di William Shakespeare. Il principe di Danimarca è tormentato dai più contrastanti sentimenti e paralizzato da mille esitazioni che gli impediscono di agire; così egli rappresenta, nella sua enigmatica ma assai eloquente inazione, da una parte tutta la crisi spirituale di un’epoca che sembra volgere al termine; dall’altra è il simbolo, con le sue intime e personalissime ragioni, dell’uomo eternamente in lotta con le antinomie delle emozioni umane e con la necessità di scegliere ogni giorno il proprio agire. Quando i pensieri s’affollano…

Non è ancora così? L’ arte è sempre attuale.

“ESSERE O NON ESSERE”

(DA “AMLETO” 1990, di Franco Zeffirelli, interprete Mel Gibson, doppiato da Giancarlo Giannini)

4 commenti:

  1. Certo che è ancora così . Mille sono le situazioni in cui il dubbio amletico ci attanaglia . E a ben riflettere anche la nostra situazione socioeconomica riporta alla ribalta le stesse istanze evidenziate da Shakespeare così tanto tempo fa. Viviamo una grande crisi spirituale , mancano i veri punti di riferimento , avendo ormai persi quelli materiali . Chisà che il tutto ci riporti al recupero dei valori umanamente veri

    RispondiElimina
  2. Grazie Luigia del tuo commento che condivido.

    RispondiElimina
  3. Mariaconcetta6 maggio 2013 10:07

    Eterno duello
    tra apparire ed essere
    avere e dare
    tra ombre e luci
    tra stridori e carezze.
    Il seme fecondo e il ristagno
    Contrasti di vita e di morte…………
    il cammino

    L’arte si rinnova SEMPRE, non si crea MAI.
    Racconta della Vita i bi_sogni
    Sempre

    RispondiElimina
  4. I famosi corsi e ricorsi storici vichiani:nulla è cambiato rispetto al periodo in cui fu scritto questo capolavoro della letteratura inglese.
    Superbo ed emozionante è il monologo dell'"essere o non essere",magistralmente interpretato da Mel Gibson,il quale è brillantemente doppiato da Giancarlo Giannini.
    Grazie,Antonio,per avercelo proposto!

    RispondiElimina

Se vuoi esprimere un tuo commento, lascia un messaggio possibilmente non anonimo. Grazie.

Google+ Badge