5 gennaio 2012

SULLA CONTA DEGLI ANNI.


SULLA CONTA DEGLI ANNI

Un anno che va
Un anno che viene
Ma gli anni son fatti di giorni
Di ieri e domani
Di pioggia che bagna
Le nude mie mani
Di sole e di vento
Che asciugano lento
Il mio tacito andare

© Antonio Ragone

9 commenti:

  1. Bellissima la poesia proprio come il tuo animo, Antonio! G R A Z I E!!!

    RispondiElimina
  2. delicato e gentile l'augurio poetico, aiuta…

    RispondiElimina
  3. Molto bella! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Un augurio per un anno colmo di parole ma anche di fatti .

    RispondiElimina
  5. molto interessante il tuo blog, e tante cose belle ho letto, me ne parlavi sempre, come questa poesia che ho molto apprezzato. Cari auguri dal tuo amico di gioventù. Rivediamoci!

    RispondiElimina
  6. Mariaconcetta Lo Re6 gennaio 2012 10:15

    Tempo … sottile lama che scava il passato, attraversa il presente, si proietta nel futuro.
    E … Snocciola vita

    RispondiElimina
  7. Delicata e romantica questa poesia,scaturita da un animo molto sensibile ed incentrata sull'inesorabile proseguimento dell'anno che apparentemente abbiamo lasciato alle nostre spalle.
    Sempre tanti complimenti ad Antonio per la sua vena creativa inesauribile!

    RispondiElimina
  8. Agnese Di Venanzio22 gennaio 2012 18:29

    Di tutte le cose , forse "la conta " ci rende materialistici, ma se di tutte le cose , guardassimo la qualità, ... il contare verrebbe meno, si comprenderebbe , l'essenziale della vita e della sua bellezza . Cmq W la matematica

    RispondiElimina
  9. agnese di venanzio22 gennaio 2012 19:07

    Grazie del tuo aiuto , sei stato gentile ...

    RispondiElimina

Se vuoi esprimere un tuo commento, lascia un messaggio possibilmente non anonimo. Grazie.

Google+ Badge