8 marzo 2014

È SOLO UN PENSIERO D'UN TRAMONTO CHE SEMBRA GIÀ PRIMAVERA...


E quando il tempo se ne sarà andato, saremo così poveri da vivere solo di ricordi
 
Saranno gli amici e gli amori passati che il tempo beffardo non fa dimenticare
 
Rimpianti rimorsi e qualche strana nostalgia che a volte non tiene compagnia

 
Quanti volti sconnessi e gesti e sguardi e richiami mai compresi, chissà perché.

© Antonio Ragone

19 commenti:

  1. Mariaconcetta Lo Re8 marzo 2014 16:40

    A volte
    la Parola
    ha il potere di uccidere i mostri,
    colmare le assenze,
    scrivere la storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "La storia fosse scritta dalle vittime/altra sarebbe..." (Alfonso Gatto)

      Elimina
  2. Sabrina Lagoteta8 marzo 2014 16:51

    Quasi sempre i ricordi indossano una veste più splendente di quanto non fosse realmente...ci faranno compagnia le nostre storie e versi che donano un pizzico di eternità. Ma ricorda Antonio chi ha un grande cuore non rimane mai solo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina, belle le parole che mi rivolgi, e io le comprendo e mi sei così cara.

      Elimina
  3. Agnese Di Venanzio8 marzo 2014 16:52

    Delicato sensibile POETA .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Agnese, animo delicato e sensibile anche tu.

      Elimina
  4. Daniela Montesi8 marzo 2014 16:54

    Stupenda. Grande Antonio mi incanto a leggerti. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio a te Daniela, mia carissima...

      Elimina
  5. Lorenzo Cisci8 marzo 2014 16:55

    Sempre grande Antonio!!

    RispondiElimina
  6. Adriana Scanferla8 marzo 2014 16:55

    E quando il tempo se ne sarà andato, saremo così poveri da vivere solo di ricordi...GRANDE!!

    RispondiElimina
  7. Serena Accàscina8 marzo 2014 16:56

    la malinconia è presente...ma anche l'arte....bravo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Serena, felice del tuo passaggio, un abbraccio mia cara.

      Elimina
  8. Valeria Rotondo8 marzo 2014 16:56

    Grazie caro Antonio per le tue intense poesie, ma quanta sofferenza e dolore in te.. "qualche strana nostalgia che a volte non tiene compagnia"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valeria per la tua vicinanza; noi siamo come il mare, a volte lo vediamo inquieto, altre volte in bonaccia... e il nostro animo è così misterioso e immenso, proprio come il mare. T'abbraccio!

      Elimina
  9. Le dimenticanze non sono mai un fatto personale se un cuore grande le avverte, perché egli ben le conosce fino al punto di realizzarle in un ambito universale.

    RispondiElimina
  10. I ricordi di esperienze e di amori oramai lontani ci fanno compagnia,ma nel contempo ci addolorano specialmente se non sono stati mai contraccambiati.
    Belle le tue riflessioni,Antonio,dettate da un animo sensibile che non finisce mai di affascinarmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Anna, grazie ... e comprendo.

      Un caro abbraccio.

      Elimina

Se vuoi esprimere un tuo commento, lascia un messaggio possibilmente non anonimo. Grazie.

Google+ Badge